Direttore sanitario e Responsabile medicina dello sport: Dott. Roberto Calcagno medico chirurgo specialista in medicina dello sport
Home
Carta dei Servizi
Struttura e Staff
Progetti
Medicina dello sport
Visite specialistiche
Prestazioni mediche
Prestazioni fisiochinesiterapiche
Consulenza Psicologica-Psicoterapia
Corsi di Psicomotricità
Analisi Posturale Computerizzata
Ecografie - Eco-Color-Doppler
Plantari e Test Baropodometrico
Bite e Test Stabilometrico
Spirotiger (New!!!)
Articoli informativi
Convenzioni
Fisioterapia a domicilio
Bite e Test Stabilometrico

Il bite nell’uso comune sta ad indicare una placca in resina posta tra  le due arcate dentarie per modificare e tendenzialmente migliorare il loro combaciamento senza modificare la disposizione  dei denti in modo permanente. Il bite attualmente, se ben concepito e minuziosamente costriuto, può rivestere un ruolo importante  nella cura dei disturbi occlusali e posturali divenendo un vero e proprio ausilio terapeutico considerandolo una ortesi.
Comprendere in pieno le sue peculiarità è fondamentale per avere una idea chiara sul suo uso e su i suoi effetti terapeutici.
Con il bite si  può curare:
• CEFALEE
• DISORDINI DELL'ARTICOLAZIONE TEMPOROMANDIBOLARE
• DISORDINI MUSCOLARI
• DISORGANIZZAZIONE POSTURALE GLOBALE
• BRUXISMO

Il test Stabilometrico invece valuta la stabilità della stazione eretta in appoggio di entrambi i piedi. Da questo test si può evidenziare la tendenza posturale da un punto di vista di capacità di equilibrio e correggerla con l'utilizzo del bite.
E' giusto ricordare che il sistema posturale di un esser umano viene condizionato da fattori intrinseci ed estrinseci. Ogni cambiamento porta a altri cambiamenti in diverse parti del sistema che a loro volta ne portano altre  ancora e cosi via: si tratta di una catena di causa ed effetto dove ogni effetto successivamente diventa causa. Le proporzioni di un effetto sul sistema posturale dipende dal numero di relazioni che esso ha col sistema stesso. Pertanto un equilibrio precario comporta un adattamento posturale che potrebbe comportare problematiche a catena.

Il bite analogamente, per fare un esempio, ad una soletta plantare che modifichi la reazione  del piede all'appoggio al suolo senza, ovviamente, modificare la struttura del piede.

Il GM grazie alla collaborazione e alla sinergia con lo studio dentistico del Dott. Randon Claudio offre un servizio di alta qulità ed efficacia.